OPEN LAB: MADE GREEN IN ITALY

LA CERTIFICAZIONE ITALIANA DELL’IMPRONTA AMBIENTALE

13 FEBBRAIO 2020

Camera di Commercio Como-Lecco

L’impronta ambientale di prodotto è un metodo per stimare l’impatto che un prodotto o un servizio può avere su una o più componenti ambientali durante l’intero ciclo di vita.
L’impronta ambientale può anche essere usata per comunicare ai consumatori e alla società l’impatto ambientale collegato al prodotto acquistato incrementando, così, la fiducia dei consumatori in un mercato globale sempre più attento all’ecosostenibilità.
Il 29 maggio 2018 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale 21 marzo 2018 n.56, recante il Regolamento per l’attuazione dello schema nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell’impronta ambientale dei prodotti, denominato “Made Green in Italy“. Con questo atto normativo ha preso vita lo schema dedicato a tutte le imprese che si fanno portatrici del Made in Italy, basato sul metodo della Product Environmental Footprint (PEF) della Commissione Europea.
L’Open-Lab si è posto l’obiettivo di entrare nel merito delle Impronte Ambientali di Prodotto (PEF) e di presentare il Regolamento sul Made Green in Italy, inquadrando lo schema di certificazione nel panorama delle certificazioni internazionali e di fornire dettagli e chiarimenti relativamente al Bando di finanziamento per l’elaborazione di ulteriori Regole di Categoria per nuovi prodotti, mirato a supportare l’avvio concreto dello schema, attraverso il sostegno economico ai soggetti che propongono di sviluppare tali regole per i propri settori di pertinenza.
Nel corso dell’incontro sono state presentate e discusse alcune delle esperienze più avanzate di applicazione del metodo dell’Impronta Ambientale in Italia, tra le quali il progetto sostenuto dalla Camera di Commercio di Como-Lecco.

.

PROGRAMMA